Blog

Vai all'elenco news

Un’azienda straniera può indire un concorso in Italia?

Se è un concorso online con precise caratteristiche un promotore straniero può indire un concorso in Italia

Un'azienda straniera può indire un concorso in Italia?

In base alle norme sul commercio elettronico e sulla libera circolazione dei beni, è stato recentemente ammesso dalla Divisione Manifestazioni a Premi del Ministero dello Sviluppo Economico che promotori stranieri, con sede in Europa, possano indire un determinato tipo di concorsi con precise caratteristiche, rivolto anche agli italiani.

In questi casi, che vanno verificati di volta in volta, è possibile gestire il concorso in conformità alla normativa del Paese di residenza del promotore, ma, allo stesso tempo, occorre rispettare la normativa del nostro Paese.

Alle autorità italiane, infatti, è demandato il controllo su tutti gli aspetti legali coinvolti come, ad esempio, la tutela della fede pubblica e la protezione dei consumatori, il rispetto della pari opportunità e gli aspetti fiscali.

Ma soluzioni di questo tipo, pur costituendo un’opportunità, non possono essere usate per aggirare la normativa e, certamente, non sono applicabili per le iniziative che toccano, a qualunque titolo, il territorio.

Articoli correlati

Tags: Italia Normativa Organizzare concorsi