14/04/2016 - In Irlanda cresce la fiducia, ma i consumatori restano cauti

Acquistare prodotti in promozione resta la scelta per il 78% dei consumatori

Dopo la crisi che l'ha colpita fra il 2007 e il 2009, l'Irlanda ha ripreso a crescere dal 2014 e si prevede che continui in questa direzione anche nel corso di quest’anno.

L'Italia è all'undicesimo posto fra i fornitori del Paese, che acquista da noi soprattutto prodotti farmaceutici, alimentari, macchinari e apparecchiature e abbigliamento. Nell'ambito alimentare, i prodotti del Made in Italy più apprezzati dagli irlandesi sono olio, vino e pasta, salumi, formaggi, conserve, dolci e distillati.

Grazie alla ripresa economica, i consumatori stanno riguadagnando fiducia anche se resta forte la cautela, che si manifesta con l'attenzione verso il prezzo, che rimane per il 40% degli intervistati il primo fattore di scelta, unito alla tendenza ad acquistare prodotti in promozione (78%).

In Irlanda su una popolazione di 4,7 milioni di abitanti, 3,82 milioni accede a Internet (81%) e gli utenti social sono 2,60 miioni (55%), soprattutto di Facebook e Twitter.

In merito alle manifestazioni a premio, l’Irlanda presenta una particolarità unica: per organizzare concorsi di sorte con obbligo di acquisto, è necessario richiedere una licenza che può essere ottenuta solo da una Onlus quale promotore dell’iniziativa.  Per ottenere la licenza, inoltre, è necessario che il montepremi messo in palio non superi il valore di 20.000€ alla settimana e che la promozione non abbia una durata superiore a un anno.

In Irlanda sono generalmente vietati gli Instant Win e i Gratta e Vinci che possono essere realizzati solo dopo aver ottenuto una speciale autorizzazione dal Court Order.

Vuoi organizzare un concorso in Irlanda? Contattaci all'indirizzo email: international@promosfera.it