13/01/2017 - Croazia: normative complesse per i concorsi in un Paese in crescita

Ecco alcune particolarità di questo Paese in tema di concorsi

La Crozia è un'economia in crescita grazie ai consumi privati e pubblici e allo stimolo della domanda dall'estero. Sia il Fondo Monetario Internazionale che la Commissione Europea prevedono che la ripresa continui anche nel 2017. L'Italia è il secondo partner commerciale della Croazia e il più importante mercato per l'export del Paese.

Dal punto di vista digitale, gli utenti Internet attivi croati su una popolazione di 4,23 milioni di persone sono 3,17 milioni (75%) e coloro che possiedono un account su un social media sono 1,80 milioni (43%). Il numero di connessioni telefoniche presenti nel Paese è pari a 5,08 milioni, il 120% della popolazione.

I concorsi a premio, in questo Paese sono considerati, esattamente come in Italia, delle forme di “promessa pubblica”, e sono pertanto strettamente regolamentati dalla normativa locale che consente sia i concorsi di sorte che quelli di abilità o merito.  Ma in Croazia, come d’altronde in altri Paesi Europei, le regole da seguire per realizzare manifestazioni a premio sono anche più complesse che nel nostro Paese.

I concorsi, infatti, sono soggetti a specifici adempimenti anche per quanto riguarda l’assegnazione delle vincite e la consegna dei premi fino al punto che, tempistiche di fruizione del premio non congrue alle regole previste dalla normativa, possono persino condizionare la fattibilità dell’iniziativa. 

Per i  concorsi di sorte è necessario ottenere l’approvazione del Ministero delle Finanze seguendo un iter di richiesta  piuttosto articolato. Elemento essenziale per ottenere il permesso del Ministero è la donazione del 5% del montepremi alla Croce Rossa. 

Un’altra particolarità della Croazia riguarda il comportamento da tenere in caso di mancata assegnazione di un premio quando questo è di valore superiore a 5.000 Corone: in questa situazione, il promotore è obbligato a organizzare un’asta pubblica per venderlo  e devolvere poi il ricavato allo Stato entro 90 giorni.

Sono molti gli aspetti da considerare per realizzare una manifestazione a premio in questo Paese, vuoi organizzare un concorso in Croazia? Contattaci all'indirizzo email: international@promosfera.it